VS 2015–Novità sul debugging

Nel recente evento Connect() di Microsoft è stato rilasciato in preview Visual Studio 2015. Questa nuova versione di Visual Studio introduce tante novità per noi sviluppatori, tra cui quelle legate al debugging. Questo post ha l’intento di mostrarvi come sfruttare al meglio queste nuove feature.

Partiamo dalla prima novità: l’interfaccia grafica. Infatti, in Visual Studio 2015, quando creiamo un nuovo punto di interruzione (o passiamo sopra uno già esistente), compare un menù contestuale con 2 icone che ci consentono o di aprire il menù delle impostazioni del debugger o abilitare/disabilitare il punto di interruzione (figura 1).

 

image

Figura 1

Nel caso in cui selezioniamo il pulsante delle impostazioni, viene aperta una finestra nell’editor che ci mostra 2 cose: conditions e actions (figura 2).

Le conditions ci consentono di stabilire in base ad una o più condizioni quando l’esecuzione del codice si deve fermare in corrispondenza del punto di interruzione (figura 3). Le tipologie di condizioni che possiamo applicare ad un punto di interruzione sono 3:

  • Conditional Expression, che consente di verificare una condizione su una variabile, proprietà o oggetto nel codice;
  • Hit Count, che consente di indicare il numero di volte che il codice in corrispondenza del breakpoint deve essere eseguito prima che Visual Studio fermi l’esecuzione
  • Filter, che aiuta a debuggare codice che viene eseguito in parallelo (ad esempio è possibile specificare l’id o il nome del thread).

 

image

Figura 2

Le actions invece consentono (per il momento!) di stampare un messaggio nella finestra di Output con la possibilità di inserire sia il valore di variabili presenti nel contesto tramite le parentesi graffe, che di poter utilizzare delle variabili preimpostate precedute dal carattere $ (dollaro). In tale contesto, è anche possibile impostare se l’esecuzione del codice si deve fermare oppure no (Continue execution).

 

image

Figura 3

 

Alcune novità ci sono anche nel menù contestuale associato al punto di interruzione, infatti adesso contiene solo i collegamenti ad alcune opzioni essenziali come in figura 4 (visto che le altre sono state spostate nella piccola popup della figura 1):

 

image

Figura 4

Una delle grandi novità di Visual Studio 2015 è la possibilità di eseguire le lambda expression nell’Immediate window o nella Watch window. Questa è una feature che è stata richiesta tantissimo e che farà felice tanti sviluppatori. Nella seguente figura (5), si può vedere un esempio di utilizzo:

 

image

Figura 5

 

Ultima novità di questo post sono i performance tips: si tratta di informazioni visualizzate durante il debugging che mostrano il tempo di esecuzione e il tempo di CPU legato all’istruzione eseguita (figura 6). E’ inoltre possibile accedere alle opzioni per questi ultimi cliccando su di essi (figura 7).

 

image

Figura 6

image

Figura 7

 

Non vi resta che scaricare la preview di Visual Studio 2015 da qui e iniziarla ad usare!

Published 1 dic 2014 0:33 da Liccardi Antonio
Inserito sotto:
Powered by Community Server (Commercial Edition), by Telligent Systems