DotNetCampania
Il primo portale campano dedicato allo sviluppo software con tecnologie Microsoft

Espression Studio: uno sguardo d'insieme

100% of people found this useful
Espression Studio: uno sguardo d'insieme

    La prima incursione da parte di Microsoft nel campo della progettazione grafica professionale giunge ormai alla terza edizione, il pacchetto comprende: applicazioni web, progettazione, gestione di contenuti multimediali e animazione su linea cronologica.

I programmi più interessanti della suite sono: Expression Design, Expression Web, Expression Blend. Tralasciamo quindi per questa volta Expression Encoder.

EXPRESSION DESIGN

Expression Design è un software per la grafica vettoriale orientato esclusivamente al web, lavorare in dtp (desktop publishing) risulterebbe impossibile a causa della mancanza del supporto CMYK per le stampe con separazioni di colore.

L’interfaccia è stata studiata andando incontro alle esigenze di progettisti e webdesigner che per anni hanno utilizzato soltanto Freehand e Illustrator: un esempio eclatante è quello delle scorciatoie da tastiera del tutto simili ai software sopracitati. Qualcuno potrebbe obiettare che Design sia la copia sfacciata di Illustrator, a questo punto vorrei aprire una piccola parentesi: dobbiamo considerare il software di casa Adobe dal 1986 sul mercato, come uno standard, infatti anche Macromedia Freehand traeva spunto dal suo (ex) rivale.

L’interfaccia nera e grigia è molto elegante ma lavorando per ore su un progetto potrebbe stancare la vista, possiamo risolvere in parte il problema selezionando expression chiaro dal pannello delle opzioni.

Personalmente ritengo Design un software dalle grandi potenzialità ma ancora troppo giovane per un confronto diretto con i suoi concorrenti.

EXPRESSION WEB

In casa Microsoft si sentiva da troppo tempo la mancanza di un software WYSIWYG professionale per la realizzazione di pagine web, ecco il motivo per il quale Frontpage dal 2006 ha ceduto il passo ad Expression Web.

Il programma permette di lavorare agevolmente con javascript, CSS e tutte le tecnologie del web 2.0, offre inoltre il supporto per la codifica ASP.NET, elemento non di poca importanza, perché, come vedremo più avanti, la tecnologia Microsoft per le applicazioni web, rappresenta il nucleo essenziale di Expression Studio.

Anche in questo caso l’interfaccia è stata studiata per ottimizzare il flusso di lavoro del webdesigner, molto semplice ed intuitiva permette anche di disegnare i DIV direttamente sul piano di lavoro, inoltre, dalla versione 2.0, ha aggiunto il supporto per PHP, file Silverlight e Flash. Includendo un filmato flash, Expression web oltre a creare il codice html corrispondente, consente di modificare i parametri di visualizzazione e alcuni attributi necessari al controllo del filmato. Per silverlight è possibile sia modificare le pagine html generate da Expression encoder o Expression Blend sia includere un’applicazione silverlight direttamente all’interno della pagina.

Le immagini create con Photoshop e salvate in formato .PSD hanno un loro, seppur minimale, pannello di controllo, inserendo un’immagine di questo tipo è possibile scegliere dal pannello solo i livelli che si desidera importare e il tipo di compressione da usare sulla foto, la foto può

essere convertita in formato gif png o jpg e la sua qualità viene mostrata immediatamente dalla finestra d’anteprima.

Expression web è un software maturo molto pratico ed essenziale nell’interfaccia.

EXPRESSION BLEND

Che cos’è Blend, o sarebbe meglio dire: cos’è Silverlight? Procediamo con ordine.

Blend è il programma che ci permette di realizzare filmati multimediali e applicazioni sfruttando la tecnologia Silverlight. Silverlight si potrebbe considerare come la risposta di Microsoft a Flash ma in realtà si tratta di una tecnologia molto più complessa. 

I vantaggi essenziali di Silverlight sono una gestione più fluida dei materiali video ad alta definizione e una maggiore facilità di creazione di applicazioni per l’utente. Silverlight utilizza inoltre un linguaggio di programmazione a base testuale denominato XAML, che a differenza di Flash può essere facilmente rilevato dai motori di ricerca. Inoltre con Blend abbiamo la possibilità di realizzare delle applicazioni desktop, realizzando i layout da zero. 

Chi è abituato ad utilizzare Flash si troverà in difficoltà al primo approccio con Blend: l’interfaccia è totalmente diversa, un pò confusionaria, a parte questo piccolo tallone d’Achille, stiamo parlando di un software dalle grandi capacità in grado di snellire i flussi di lavoro tra designer e programmatori.

CONCLUSIONI

Expression Studio rappresenta, nonostante le pecche, tra cui la mancanza di una versione per Apple Mac, un prodotto valido anche in ambito professionale, e merita senza dubbio di essere preso in considerazione.

Recent Comments

Leave the first comment for this page.

Associazione Culturale DotNetCampania - C.F.: 95127870632

Powered by Community Server (Commercial Edition), by Telligent Systems