DotNetCampania
Il primo portale campano dedicato allo sviluppo software con tecnologie Microsoft

Progetto GeRi - Parte 2

100% of people found this useful
Progetto GeRi - Parte 2

 

Il secondo articolo di questa miniserie sullo sviluppo di un applicativo “enterprise” verterà sulla descrizione del problema da risolvere.

The Problem – Il Problema
GeRi è una piattaforma software che nasce con lo scopo di gestire tutte le attività, dirette e indirette, connesse ad una centro assistenza.
In generale possiamo dire che il punto focale e primario di un centro assistenza (e di molte altre attività, come in seguito approfondiremo), verte sul concetto di Riparazione.
Possiamo sicuramente definire una riparazione come un processo.
In quanto tale essa è caratterizzata da più fasi, e da diversi attori che prendono parte al processo. Addentriamoci quindi nel merito della descrizione delle fasi e degli attori che costituiscono il processo di riparazione.

La prima fase del nostro processo di riparazione è denominata : Ingresso.
In questa fase un Utente, possessore dell’oggetto da riparare, consegna il suddetto presso il centro di riparazione.
Nell’operazione di ingresso, l’Operatore deputato all’ingresso degli oggetti da riparare, prende in consegna l’oggetto da riparare compilando un’apposita Scheda di Ingresso.
Tale Scheda prevede l’inserimento di diverse informazioni, di seguito elencate :

  • Anagrafica cliente (Inserimento o recupero di un’anagrafica già esistente)
  • Data di ingresso dell’oggetto
  • Dati di acquisto dell’oggetto nel caso in cui l’oggetto fosse in garanzia
    (incluse Tipo Documento Acquisto, Numero, Data)
  • Descrizione caratteristiche dell’oggetto
    (incluse Tipologia, Marca, Modello, Numero Serie Primario e Secondario)
  • Descrizione degli eventuali accessori consegnati con l’oggetto
  • Descrizione dello stato generale dell’oggetto
  • Descrizione preliminare del malfunzionamento
  • Descrizione di eventuali non conformità
  • Locazione dell’oggetto
  • Eventuale acquisizione di un immagine dell’oggetto
  • Definizione dell’eventuale “muletto” e/o apparecchio di cortesia consegnato al cliente

mentre contempla la generazione da parte del sistema delle seguenti informazioni :

  • Codice riparazione (nella duplice modalità Testo/BarCode)
  • Operatore assegnato alla riparazione
    (L’assegnazione avviene per associazione diretta o tramite un apposito algoritmo)
  • Cambiamento dello stato della riparazione
  • Clausole contrattuali/legali legate alla riparazione

La fase di ingresso si conclude con la stampa della Scheda di Ingresso da consegnare al cliente come ricevuta.
Tale ricevuta dovrà successivamente essere presentata dall'utente per il ritiro dell'oggetto.


La seconda fase del nostro processo di riparazione è denominata : Riparazione.
In questa fase un Tecnico, figura deputata alla riparazione dell’oggetto da riparare, prende in consegna l’oggetto (con la relativa scheda di ingresso) e comincia l’analisi della riparazione da effettuare.
Nell’operazione di riparazione, il Tecnico deputato alla riparazione dell’oggetto da riparare, esegue le necessarie operazioni di analisi e riparazioni sull’oggetto e al termine dell’intervento compila un’apposita Scheda di Intervento.
Tale Scheda prevede l’inserimento di diverse informazioni, di seguito elencate :

  • Descrizione della riparazione
  • Definizione dei costi della riparazione
    (inclusi Costo Sostenuto [ricami + manodopera], Costo Riparazione)
  • Descrizione di eventuali committenti e/o centri esterni di riparazione

mentre contempla la generazione da parte del sistema delle seguenti informazioni :

  • Cambiamento dello stato della riparazione
  • Data di riparazione dell’oggetto
  • Notifica a mezzo SMS dell'avvenuta riparazione

La fase di riparazione può “momentaneamente” interrompersi in virtù delle seguenti situazioni :

  1. Attesa di ricambi
  2. Presentazione di un Preventivo, previa riparazione dell’oggetto

La fase di riparazione si conclude con la redazione, da parte del Tecnico, della Scheda di Intervento che descrive l’elenco delle operazioni effettuate.
Idealmente tale documento dovrebbe essere storato all'interno di un DMS - Document Management System, o "allegato" alla riparazione stessa. Tale funzionalità sarà oggetto di discussione nelle future implementazioni.

La terza ed ultima fase del nostro processo di riparazione è denominata : Riconsegna.
In questa fase l'Utente, proprietario dell’oggetto da riparare, passa a ritirare il suddetto presso il centro di riparazione.
Nell’operazione di riconsegna, l’Operatore deputato alla riconsegna degli oggetti da riparare, restituisce l’oggetto riparato stampando e consegnando al cliente l’apposita Scheda di Ingresso
Tale Scheda non prevede l’inserimento di alcuna informazione ma
contempla la generazione da parte del sistema delle seguenti informazioni :

  • Cambiamento dello stato della riparazione
  • Data di riconsegna dell’oggetto

La fase di riconsegna si conclude con la stampa della Scheda di Riconsegna da consegnare al cliente come ricevuta.

Queste operazioni concludono quello che abbiamo definito come processo di riparazione.
Risulta chiaro dall'analisi, che connesse direttamente al processo di riparazione, ci sono tutta una serie di informazioni secondarie  non di minore importanza.
In particolare il nostro sistema dovrà contemplare la presenza di :

  1. Anagrafica Clienti, Fornitori, Centri Esterni di Assistenza, Committenti
  2. Tabelle, per l'inserimento rapido delle informazioni
  3. Aggancio a sistemi terzi per la notifica a mezzo SMS dello stato delle riparazioni

Ritengo concluso il secondo articolo della serie, che è servito esclusivamente come descrizione del problema.
Scopo del prossimo articolo sarà quello di "avanzare un proposta di architettura".
Non mi resta quindi che finire con il classico :
Idea See u in the next episode Idea

Alessandro Forte - http://www.alessandroforte.it/

 

Recent Comments

By: manu71 Posted on 15 dic 2009 11:25

Trovo questa serie di articoli molto interessante.

Aspetterò con ansia il prossimo episodio.

Complimenti.

By: fausto Posted on 27 dic 2009 9:44

Ottimo articolo

Associazione Culturale DotNetCampania - C.F.: 95127870632

Powered by Community Server (Commercial Edition), by Telligent Systems